Giovane escort milanese racconta la sua giornata tipo con uomini sposati

Pubblicato da iotradisco2018 il

escort milaneseMi chiamo Giulia e sono una giovane escort milanese di 22 anni.  Ho accettato con molto piace la richiesta di iotradisco.it di rispondere ad alcune domande sulla mia vita . Sono una ragazza come tante altre e vivo la mia vita in pienezza , senza rimpianti e senza complicazioni.

Ho deciso di raccontarmi perchè quello che faccio può sembrare, alla prima superficiale impressione, qualcosa di disdicevole e poco morale.

Sono una escort e mi incontro con uomini sposati e coppie che vogliono trasgredire un po’, nel pieno rispetto reciproco . Tutto è iniziato per gioco e per curiosità. Trasferitami a Milano per iniziare un corso universitario mi è sempre piaciuta la vita mondana della grande metropoli. Ho iniziato a frequentare locali alla moda e gli incontri sono cominciati ad avvenire in maniera del tutto naturale.

Il mio primo incontro con un uomo sposato; un quarantenne siciliano impiegato di banca in trasferta per lavoro.Si sa che i bancari sono la categoria di lavoratori più stressata e la sera diventa inevitabile prendersi qualche ora di svago senza pensare a nulla.

Dopo aver bevuto un paio di cocktails mi ha portata in camera ed abbiamo fatto sesso. Per me è stato molto bello. Non pensavo che lui volesse regalarmi in cambio qualcosa . Ma poi il marito infedele stressato dal lavoro mi ha regalato 200 euro. Mi disse che avrei potuto comprarmi qualcosa ed io non lo trovai per nulla volgari o offensivo, anzi.

In quel momento ho capito che potevo realizzare tutti i miei sogni di ragazza libera ed emancipata venuta a vivere in una grande citta.

Sono diventata una  escort milanese molto richiesta

Sono diventata il racconto infedele di molti mariti . Un passa parola che mi ha fatto iventare molto richiesta a Milano ma anche in tutta la Lombardia. Un piccolo ,dolce e trasgressivo momento di trasgressione liberatorio per molti uomini oppressi dal lavoro e da una vita di coppia logora e abitudinaria.

I mie amici, così chiamo i miei “clienti” , sono tutte persone educatissime e piene di fascino. Adoro l’uomo educato e che sa trattare con rispetto la donna con cui va a letto, anche se per soldi. Loro non mi identificano come una “puttana” e mi trattano come una donna. Per loro ,inoltre, non è un tradimento trascorere la serata con me. Sono una piccola valvola di sfogo a tutte le loro represse voglie di trasgressione.

Non so quanto durerà ancora questa mia vita ma, per ora, voglio godere fino in fondo questa esperienza.